CRONACA

AUTO CONTROMANO IN A1, DUE FRATELLI SETTANTENNI E UN SESSANTAQUATTRENNE MORTI TRA CAPUA E SANTA MARIA C.V..

Tre morti, due feriti e notevoli disagi alla viabilità, con code che inevitabilmente si sono formate in autostrada, interdetta per diverse ore alla circolazione. Terribile il bilancio di un incidente stradale avvenuto – intorno alle 19 – nel tratto tra Capua e Santa Maria Capua Vetere. Sul posto hanno operato le volanti della Polstrada, coordinate dal Coa (Centro Operativo Autostradale) di Napoli, e le squadre del soccorso della Società Autostrade. Incredibile la dinamica dei fatti e la ferale sequenza di eventi culminata nel tragico incidente, che ha coinvolto una Fiat 500, una Range Rover e una ford Mondeo. Lungo la carreggiata sud, due auto – di cui una transitante contromano rispetto alla direzione di marcia – si sono scontrate frontalmente, colpendo indirettamente anche un terzo veicolo. Un impatto fatale per tre persone, che – in conseguenza dell’urto violentissimo – sono decedute sul colpo. Si tratterebbe di un sessantaquatrenne di Sant’Egidio di Monte Albino, nel Salernitano, l’automobilista che in base ai primi accertamenti viaggiava controsenso, e due fratelli di 77 e 73 anni di Castellammare di Stabia. A seguito della segnalazione effettuata ai centralini delle forze dell’ordine da alcuni automobilisti che, nel frattempo, circolavano in direzione Napoli, sono intervenute prontamente sul luogo del sinistro diverse pattuglie della Polstrada e le ambulanze del 118. Per tre persone, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Inutili, infatti, i tentativi di rianimazione del personale sanitario, che non ha potuto far altro che constatarne la morte e arrendersi allo sfortunato destino delle vittime. La salme, dopo il sopralluogo del medico legale di turno e la necessaria autorizzazione del Pm, sono state trasferite presso l’obitorio dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, dove – presumibilmente nel corso della giornata di lunedì- saranno effettuati i rilievi autoptici. Gravi, ma non apparentemente preoccupanti, le condizioni di due feriti, sottoposti entrambi alle cure del personale ospedaliero. Sulle cause del sinistro, la Polstrada non si è ancora espressa, mantenendo un rigoroso riserbo. Secondo una prima parziale ricostruzione, sembrerebbe che uno dei due veicoli coinvolti nel terribile impatto transitasse lungo la carreggiata autostradale in senso contrario rispetto alla direzione imposta della segnaletica. In sostanza, pare che l’auto – ad alta velocità – si sia ritrovata contromano sull’Autostrada del Sole e non sia riuscita ad evitare l’impatto con un altro veicolo, che percorreva nella giusta direzione il tratto tra Capua e Santa Maria Capua Vetere. Tragici gli effetti dello scontro, con ben tre vite spezzate. Per facilitare le operazioni di soccorso e la rimozione delle parti di carrozzeria, tra lamiere e componenti meccaniche, l’A1 è stata chiusa alla circolazione. Gli automobilisti e gli autotrasportatori sono stati così costretti a riversarsi su percorsi alternativi della viabilità ordinaria e, in particolare, sulla statale Appia, attraverso la quale dal casello capuano hanno potuto raggiungere quello sammaritano, per poi fare nuovamente ingresso in autostrada. Diversi i chilometri di coda che si sono formati, nell’imminenza dei fatti, in prossimità del luogo dell’incidente.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*