POLITICA

ELEZIONI CASERTA: SCONTRO POLITICO E DIALETTICA ORIENTATI SULLE CRITICHE SOCIAL, RESTANO IN CHIAROSCURO I PROGRAMMI

E’ una sfida a colpi di critiche e slogan elettorali quella che sta prendendo corpo nella città di Caserta, i cui elettori – il 3 e 4 ottobre – saranno chiamati ad esprimersi nuovamente per il rinnovo del consiglio comunale. Il sindaco Marino si ripropone alla guida del municipio, ma gli avversari già sono all’opera per guadagnare adesioni e consensi, soprattutto tra i “delusi” dell’attuale amministrazione. Tanti i simboli presentati dai candidati, ma più di un dubbio permane circa la completezza delle liste in assenza di un riscontro in termini numerici degli aspiranti consiglieri. Resta aperta ogni trattativa, con l’obiettivo prioritario dei candidati sindaci di accaparrarsi i migliori attrattori di voti. Il sindaco Carlo Marino ha invitato a seguire la “Strada Maestra”.“In questi anni abbiamo messo i conti in ordine – ha scritto il primo cittadino in un post su facebook – e ora possiamo far ripartire la macchina amministrativa di Caserta. La strada maestra è quella della legalità e della trasparenza. Non è stato facile ma ce l’abbiamo fatta”. Il sindaco, propostosi per il rinnovo del proprio mandato elettorale, ha poi rimarcato l’importanza della valorizzazione delle aree urbane periferiche. “Con il progetto Periferie al Centro – ha evidenziato – puntiamo alla riqualificazione e alla sicurezza di alcune aree periferiche – i borghi di Santa Barbara, Tuoro e Puccianiello – nell’ambito di un programma straordinario di intervento per l’avvio di un processo di rivitalizzazione socio-economica e turistico-culturale”. Dopo un reunion programmatica con referenti dell’Udc e della DC nel comitato di Corso Trieste, alla quale ha partecipato anche Lorenzo Cesa, segretario dell’Unione di Centro, il consigliere regionale Lega Gianpiero Zinzi – altro aspirante alla fascia tricolore – non ha risparmiato all’attuale sindaco l’ennesima stoccata. “Anche sui giornali di oggi – ha scritto Zinzi sui social – Marino continua a offendere quella parte di città che non la pensa come lui.
È la solita sinistra della superiorità morale che negli altri non vede degli avversari, ma dei nemici che non hanno diritto a partecipare al gioco democratico. Sorge però un dubbio: se il centrodestra e la Lega sono il male, perché Marino non ha proferito parola sull’ingresso del suo Partito nel Governo Draghi, di cui fa parte anche la Lega? Forse perché quando si tratta di poltrone…”. Parole durissime quelle di Pio Del Gaudio, ex sindaco, ripropostosi all’elettorato per la massima carica municipale. “Caserta negli ultimi cinque anni è peggiorata da tutti i punti di vista. Non hanno approvato il Piano Urbanistico,non hanno completato i lavori del Policlinico,hanno affossato il piccolo commercio consentendo l’apertura indiscriminata di sei strutture commerciali,non hanno progettato nulla in relazione al Macrico ed al “buco della 167”, hanno creato “confusione” in termini di mobilita’ e ztl, non hanno minimamente affrontato i temi della sicurezza e della movida. Dopo tante chiacchiere, hanno accettato passivamente il fallimento, nei fatti, dello sport professionistico casertano, non hanno valorizzato i siti monumentali cittadini”. Con il movimento #iopartecipo, concorrerà alla carica di sindaco anche Errico Ronzo, personaggio noto della città di Caserta sia per i successi sportivi che per quelli professionali. È stato il capitano della Juvecaserta negli anni ’60 e ‘70, prima di intraprendere una lunga carriera professionale di altissimo profilo. È stato direttore di numerose sedi del Banco di Roma (Bitonto, Bisceglie, Udine, Pordenone, Verona, Trento e Bari) fino al 1995, quando è divenuto Direttore Generale della Banca della Murgia e, successivamente alla fusione tra questa e l’ex Banca Popolare di Taranto, Direttore Generale della Banca di Puglia e Basilicata. Tra gli altri candidati alla fascia tricolore ci sono Romolo Vignola, sostenuto da tre liste e recentemente intervenuto a sostegno dei lavoratori del Cub, sottolineando l’importanza di una città pulita e decorosa, e Ciro Guerriero con “Caserta Kest’e’”.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*