POLITICA

EDITORIALE. SETTE FIRME PER LA SFIDUCIA, I NUMERI DELLA MAGGIORANZA SALVERANNO IL SINDACO?

Capua. È bastato chiedere una posizione pubblica ad una domanda che, per varie circostanze e per contrapposizioni manifestate tra le fila della stessa minoranza, non appariva assolutamente scontata. Dopo la sortita dei consiglieri di minoranza Angelo di Rienzo, Anna Vegliante e Melina Ragozzino, che hanno colto al balzo il passaggio in opposizione di Di Agresti e Prezioso, sembrava giusto chiedere cosa ne pensassero di questa proposta di sfiducia al sindaco anche i referenti del Movimento Cinque Stelle e Rosaria Nocerino. Non mi è soggiunta, in realtà, alcuna meraviglia quando gli stessi consiglieri Roberto Caiazzo e Nunzia Miccolupi, insieme alla Nocerino, hanno dichiarato di essere pronti a firmare il documento che sarà poi discusso in consiglio. Però, una risposta dovevo pur averla, anche per interposto giornale. Certa sarà la sottoscrizione dell’ex consigliere di maggioranza Gianluca di Agresti che, con l’ex presidente del consiglio comunale Prezioso, è passato – qualche settimana fa – in minoranza che, vai a contare, minoranza non è. Tutto è nelle mani del sindaco. Riuscirà a blindare e a serrare le fila della sua risicata maggioranza, dove a fare la differenza è proprio il suo voto? Capua Bene Comune, in un recente comunicato, ha dichiarato di avere comunque una posizione critica nei confronti dell’operato di questa amministrazione, pur cullandosi dell’ottimo operato del consigliere Di Benedetto nel campo dell’istruzione e dell’edilizia scolastica. Capua Tre Luglio, con il suo consigliere Michele Giugno, ha assunto toni a volte aspri, apparsi pure sui social. E cosa ne pensano gli altri dissidenti (tra cui Raimondo e Caruso), che tanto bordello hanno fatto – qualche mese fa – con il movimento dei sei, animati dal lodevole proposito di dare un impulso alla macchina amministrativa? Prendano posizione, dunque, anche i consiglieri di maggioranza. Una volta per tutte. O si condivide il progetto fino in fondo o niente.

CONDIVIDI

One Comment

  1. Gianfranco Orsi

    Una maggioranza risicata, pure dilaniata da dissidi interni, puo solo continuare a produrre danni per Capua e i capuani e quel poco che resta del commercio locale.
    Una città allo sbando , senza regole e progettazione .
    É ora che lascino questo gruppo di consiglieri :
    Maggioranza : non pervenuta
    Opposizione : dove siete ?
    Indipendenti : booooo
    Cinque stelle : avete esaurito i vostri inseguimenti ai fantasmi
    Ridate la città ai capuani e a chi la merita.
    Buona domenica

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*