Ultime notizie politica capua
CRONACA, POLITICA

EDITORIALE. DICHIARAZIONE DEL CONSIGLIERE DI AGRESTI, SCINTILLA DI UN FUOCO DI PAGLIA O L’AVVIO DI UNA CRISI?

Sembra non esserci pace per il sindaco Luca Branco. Un’altra scossa sembrerebbe far tremare la tenuta della sua amministrazione. La pesante dichiarazione del consigliere di maggioranza, Gianluca Di Agresti, eletto in quota “Capua Bene Comune”, sembra però pesare – a parere dello scrivente e almeno per il momento – come una scintilla dell’ennesimo fuoco di paglia. Tutto fumo, o – questa è la curiosità un po’ di tutti – c’è qualcosa di davvero pesante da dover leggere e interpretare tra le righe divulgate, a mezzo social, dal giovane consigliere? Chissa’. Di certo, c’è un po’ di malumore tra i banchi della maggioranza. “È davvero inaccettabile continuare a vedere la città in queste condizioni”, ha dichiarato Di Agresti che, di fatto, spiana la strada ad ulteriori polemiche. “Capua Tre Luglio”, che fa parte della coalizione sostenitrice del sindaco, non starà a guardare. Bisognerà capire cosa faranno gli altri, che – costantemente “sfruculiati” – tacciono o si negano l’esistenza di problemi che sono sotto gli occhi di tutti. Ci sarà un rimpasto “bis”? Vittima sacrificale potrebbe essere l’assessore all’Ecologia Gravano, piazzata dal consigliere regionale Zannini, la cui designazione più di una polemica ha alimentato tra i capuani. Cosa succederebbe se qualcuno proponesse una mozione di sfiducia? Immagino quale possa essere l’imbarazzo di un ignoto “zanniniano” nascosto tra le fila dell’opposizione. Una caduta improvvisa di questa amministrazione costituisce un’ipotesi remota. L’opposizione, o almeno una parte di essa, ha più volte spalleggiato la maggioranza che, a sua volta, si è arrogata il ruolo della minoranza, contestando alcune decisioni dell’Esecutivo, come – ad esempio – quella scellerata della realizzazione di una piattaforma per la sosta dei camion della nettezza urbana nella periferia capuana. I numeri, che poi sono quelli che contano, non ci sono. E, perciò, suppongo che siamo al cospetto di una scintilla dell’ennesimo fuoco di paglia.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*