CRONACA, POLITICA

Con la diffusione della variante Delta possibile rimodulazione del green pass

A causa della variante Indiana e “Delta” del Covid 19 il governo potrebbe trovarsi nella necessità di rimodulare il Green pass dopo la prima dose di vaccino. Un dubbio oggetto di ampie riflessioni, giacché dal primo Luglio l’ormai noto pass renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen, proprio dopo la prima dose di vaccino. Ad annunciare la possibilità di una rimodulazione è stato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervenuto su Radio 24 a ’24Mattino’. “Questo però lo lasciamo dire agli scienziati e aspetterei un paio di settimane. Ma se è vero che la protezione da questa variante c’è dopo due dosi di vaccino, è chiaro che, oltre a correre con le seconde dosi, dobbiamo rimodulare il Certificato verde. Al momento è prematuro dirlo. Aspetterei 14 giorni per l’analisi dei dati che arrivano del Regno Unito e per il controllo della prevalenza della variante Delta in Italia, attualmente vicina al 20%. Aspettiamo di capire di quanto sale in una settimana. E poi una riflessione su questo la farei”.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*