CRONACA

Alife. Arrestato venticinquenne del posto per rapina e lesioni aggravate al padre.

Il genitore è stato aggredito mentre cercava di raggiungere i carabinieri per denunciare l’indebita appropriazione.

Giovane di Alife, S.C., 25 anni, con problemi legati al consumo abituale di sostanze stupefacenti, è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione, con l’accusa di rapina aggravata e lesioni ai danni del padre. Secondo la ricostruzione resa nota dalla Procura, il venticinquenne avrebbe sottratto al genitore un’ingente somma, verosimilmente pari a ventimila euro, custoditi in una cassettiera all’interno della camera da letto. Deciso a denunciare il furto, mentre tentava di raggiungere in auto la caserma dei carabinieri, l’uomo è stato raggiunto dal figlio che, in preda a un raptus di follia, si è scagliato contro di lui, colpendolo al volto con calci e pugni. I fatti risalgono allo scorso 17 aprile ma, a seguito della denuncia della vittima, i carabinieri hanno subito chiuso il cerchio investigativo sulla vicenda. Il venticinquenne, dopo il fermo, è stato accompagnato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*