CRONACA

A CAPUA UNA TAPPA DEL TOUR “GUIDA X BENE”, NELL’AMBITO DEL PROGETTO “BUONA STRADA”.

L’evento sarà curato dai volontari dell’Anpas. Appuntamento domenica 27 giugno, ore 17.00, in Piazza dei Giudici.

Una delle tredici tappe del tour itinerante “GUIDA X BENE”, nell’ambito del progetto “BUONA STRADA” proposto da ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) e finanziato dal Ministero delle Politiche Sociali, avrà luogo nel centro storico di Capua, in Piazza dei Giudici. L’appuntamento è per domenica pomeriggio, a partire dalla ore 17, con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sulle pratiche e sulle condotte da assumere per una guida sicura. Saranno analizzati gli errori e le negligenze più comuni commessi da chi conduce un veicolo ed è responsabile di incidenti, come l’omesso utilizzo delle cinture di sicurezza, l’assunzione di sostanze alcoliche e stupefacenti e l’impiego del cellulare mentre si è al volante. Con “GUIDA X BENE” – si legge nella nota diramata per l’occasione – “i volontari Anpas promuoveranno i comportamenti virtuosi in strada attraverso dimostrazioni pratiche e interattive sui livelli di consapevolezza del target di piazza, con l’illustrazione di pericoli e soluzioni correttive e il contrasto di comportamenti scorretti e dannosi per la salute delle persone e con effetti negativi sulla sicurezza stradale”. Hanno contribuito all’iniziativa ACI (Automobile Club D’Italia), AIASF (Associazione italiana assistenti sociali), Ordine Assistenti sociali Calabria, Ordine Assistenti Sociali Sardegna, Società della Salute area pratese, Università Verde Bologna/Associazione Antartide, Coordinamento Toscano Gruppi Auto Aiuto, Associazione Cerchio Blu (in soccorso dell’emergenza). Preziosa la collaborazione dei Comitati regionali Anpas Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle D’Aosta, Veneto, e delle associazioni Croce Bianca di Bolzano, Croce Bianca di Tesero (TN). Riguardo ai dettagli tecnici ed operativo, l’evento si svilupperà su due percorsi indicati da Anpas nell’appunto stampa:
• il Crash Test Experience: attraverso un innovativo sistema di educazione stradale, un autocarro
si trasforma in un grande palco con all’interno un simulatore di ribaltamento auto e un simulatore di impatto. Tutte le attrezzature, uniche a livello europeo, sono molto efficaci nel dimostrare concretamente gli effetti devastanti dell’impatto durante un incidente stradale.
• Percorsi esperienziali (ebbrezza e droga): attraverso l’utilizzo di speciali occhiali, sarà possibile simulare gli effetti alla guida generati dall’assunzione di sostanze psicoattive o da un uso eccessivo dell’alcool. Questa specifica dimostrazione è funzionale a far comprendere gli effetti che alcool e droghe hanno su riflessi e percezione.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*