COMUNICATI STAMPA, POLITICA

PUC, MISTERO SULLA VERSIONE DEFINITIVA, NESSUN CONFRONTO NÈ CONDIVISIONE CON MINORANZA, TECNICI, ASSOCIAZIONI, CITTADINI E PORTATORI DI INTERESSI.

CAIAZZO BENE COMUNE: AL SETTORE URBANISTICA NON VI È TRACCIA ALCUNA DEL PIANO, NONOSTANTE L’ENNESIMO PROCLAMA VIA SOCIAL DEL SINDACO GIAQUINTO. ANCORA UNA VOLTA, IL DESTINO DELLA CITTÀ SI STA DECIDENDO NEL CHIUSO DI UNA STANZA, PARDON DI UNO STUDIO TECNICO.

Che fine ha fatto il nuovo Piano Urbanistico Comunale che bisognerebbe adottare entro fine mese? A porsi l’interrogativo è il gruppo consiliare Caiazzo Bene Comune i cui componenti, nei giorni scorsi, ai sono recati in Comune per visionare gli atti relativi al redigendo PUC. “A fronte di un post pubblicato la scorsa settimana sui social dal sindaco Stefano Giaquinto, siamo andati al settore Urbanistica del Comune per guardarci l’intera documentazione ma, della versione definitiva del PUC, nessuna traccia. L’ennesimo proclama vuoto e propagandistico di Giaquinto per illudere i cittadini di Caiazzo, atteso che neppure il responsabile dell’Ufficio sapeva nulla del piano definitivo che dovrà regolamentare il governo de territorio per i prossimi decenni”, fanno notare i consiglieri Marilena Mone, Mauro Carmine Della Rocca e Andrea Costantino.

“Quando lo scorso anno la bozza preliminare del PUC fu portata in Consiglio Comunale, per spirito costruttivo e perché sicuri di un successivo coinvolgimento nostro e dell’intera cittadinanza sulle scelte urbanistiche da inserire nel piano, votammo anche a favore, dopodiché è calato un silenzio assordante sull’argomento e non abbiamo più saputo nulla nè della procedura nè dei contenuti del piano nella sua versione definitiva. Ci saremmo aspettati un coinvolgimento del nostro gruppo di minoranza, insieme ad una condivisione del PUC con i tecnici professionisti che operano sul nostro territorio, delle associazioni cittadine, dei commercianti e degli artigiani, dei cittadini e dei portatori tutti di interesse, un minimo di confronto anche con i tecnici incaricati della redazione de piano; invece, nessuno è stato più interpellato nè alcuna consultazione è stata avviata sul tema, come ci hanno confermato da più parti i tanti caiatini che pure avrebbero voluto partecipare ad una fase cruciale per il futuro della nostra città”, continuano i rappresentanti dell’opposizione.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*