COMUNICATI STAMPA, CULTURA

Capua, 29 e 30 maggio una nuova edizione del Placito. Videoconferenza e visite tra i gioielli della Regina del Volturno.

La settima Edizione della Rievocazione storica del Placito Capuano del 29 e 30 maggio 2021 ha una duplice realizzazione, perdurando le misure restrittive causate dalla pandemia virale. Alle ore 18 di sabato 29 si aprirà una videoconferenza celebrativa con l’apporto di insigni partecipanti e soprattutto con l’entusiasmo giovanile del Professore Francesco Sabatini, che ha chiesto preventivamente la traduzione musicale della nota frase testimoniale “Sao ke kelle terre…” già realizzata dai maestri e dagli allievi del Liceo Musicale Giuseppe Martucci di Capua. Ma non è solo questa la novità della videoconferenza, che vuole essere una celebrazione comunicata attraverso i social-media, in quanto , con i saluti delle Autorità  l’apertura sarà affidata ai giovani musicisti del Liceo Pitagora-B.Croce di Torre Annunziata che eseguiranno l’Inno Nazionale. Naturalmente, i giovani allievi dei due Licei saranno accompagnati dal saluto augurale del Preside Capossela di Torre Annunziata e del Preside Di Cicco di Capua.  Alla prima parte della videoconferenza ci saranno i saluti dell’Arcivescovo di Capua S.E. Salvatore Visco, Del Presidente del Consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero, del Direttore del Dipartimento dell’Università L.Vanvitelli, del Sindaco di Capua Luca Branco, del Console Regionale e consigliere nazionale del Touring Club Italiano Giovanni Pandolfo, del Presidente della Associazione di Scopo “Principati e Terre dei Longobardi del Sud” Felice Pastore, del Presidente delle Associazioni del Terzo settore e delle ”Piazze del Sapere” Pasquale Iorio e di altri rappresentanti delle Istituzioni. I saluti e gli auguri si salderanno con la poesia del Placito Capuano recitata dalla autrice Dottoressa Angela Ragozzino, per anni interprete autorevole della figura della Principessa Adelgrima.  La seconda parte della videoconferenza sarà dedicata interamente allo svolgimento del tema rievocativo del Placito Capuano, preceduta da filmati introduttivi e con lo scopo di percorrere i momenti principali che portarono , nella Capua dei Principi Longobardi, all’Evento giudiziario che si espresse nelle famose testimonianze che, per la prima volta, furono trascritte in un atto ufficiale, in lingua volgare e non in latino. La pergamena del Placito Capuano del marzo 960, oggi ritenuta atto solenne di nascita della Lingua Italiana, è conservata ed esposta presso la sala del Tesoro dell’Abbazia Benedettina di Montecassino.  Luigi Fusco illustrerà panoramicamente la sede e i principali monumenti del Principato Longobardo di Capua, Città che da quel periodo ha segnato grandi tappe nella Storia dell’Italia del Sud , come dimostrano i suoi tantissimi monumenti e il suo patrimonio artistico ancora così ricco nonostante le pesanti perdite dovute ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Luigi Iorio, storico medievalista, ci introdurrà nel mondo esaltante delle sue indagini sul particolare fenomeno delle “miniature” preziose ed uniche dei Codici benedettini prodotti durante il periodo in cui i Monaci di Montecassino erano ospitati e accolti in Capua ove eressero una Chiesa e un Convento sotto la protezione dei Principi Longobardi.  Un momento molto importante per lo sviluppo della cultura e dei rapporti anche giuridici con i Longobardi quando rivendicarono le loro proprietà al ritorno nella Abbazia cassinate. Domenico Proietti, Professore di Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi della Campania L.Vanvitelli presenta il volume “Kelle Terre”  di cui è autore ,un’opera che propone una lettura completa e integrale dei quattro documenti giuridici, redatti nel Principato di Capua tra il marzo 960 e il 963, indicati come Placiti o Giudicati campani, o cassinesi, perchè conservati presso l’Abbazia di Montecassino, celebri poichè contengono formule di giuramento nel volgare locale. Sul tema del sorgere di una nuova lingua che prelude al manifestarsi della lingua italiana le conclusioni del Professore Francesco Sabatini. Giuseppe Bellone presenta anticipazioni sul “Capua il Luogo della Lingua Festival 2021” di cui è il Direttore Artistico. Annamaria Troili, Console TCI per Capua , presenta i ringraziamenti, i saluti di tutti i Volontari di “Aperti per Voi” e gli auguri per la realizzazione delle prossime manifestazioni.

PLACITO CAPUANO

                               DOMENICA   30  MAGGIO  2021

Ore 10,00: Riapertura della Chiesa di San Salvatore a Corte con la cerimonia della formula inaugurale della Principessa Adelgrima, impersonata dalla dottoressa Angela Ragozzino.

Ore 11,00 Composizione di gruppi di turisti, formati previa prenotazioni e nel rispetto delle norme di prevenzione Covid, guidati in visita dalle Chiese a Corte, Chiesa di San Domenico, alla Cattedrale fino al Museo Campano.

Ore 13,00  Conclusione breve con l’augurio di una nuova e intensa attività con la riapertura solo di domenica delle Chiese Longobarde a Corte per i mesi di giugno e luglio.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*