ATTUALITA'

SAN MARCELLINO. BRACCIO DI FERRO TRA LA UIL TRASPORTI E IL CONSORZIO RES, CHIESTO DAL SINDACATO UN TAVOLO DI CONFRONTO

Non si placca il braccio di ferro tra la Uil Trasporti Caserta e il Consorzio Res, assegnataria del servizio di gestione dei rifiuti nel territorio di San Marcellino. La sigla sindacale ha già denunciato, nei giorni scorsi, ritardi nei pagamenti delle retribuzioni, ma benefici in termini economici non sembrano esserci stati per i lavoratori. I toni si sono riaccesi a seguito di un’altra assemblea sindacale, al termine della quale il coordinatore provinciale della UIL Trasporti ha manifestato, in una nota, tutta la propria amarezza. “L’assemblea sindacale, indetta in data odierna a causa delle gravi condizioni di lavoro ed economiche, è stata partecipata – ha scritto il sindacalista – dalla gran parte dei lavoratori del cantiere per i servizi ambientali del Comune di San Marcellino. Oltre agli argomenti trattati, tutti di interesse collettivo, è emerso il clamoroso disinteresse manifestato dall’azienda nell’attuale circostanza, che appare sorda agli appelli formulati dalla organizzazione sindacale per discutere e risolvere le tematiche poste a base dell’istanza”. A tutela degli interessi dei lavoratori, la UIL Trasporti Caserta – attraverso il suo coordinatore provinciale – ha chiesto un incontro con le istituzioni, ciascuna per le proprie competenze, allo scopo di definire proficuamente le varie questioni sottoposte all’attenzione. “L’assenza di un interlocutore – ha infine sottolineato il referente sindacale Giovanni Guarino – costringe la scrivente organizzazione sindacale a compulsare il Comune di San Marcellino, nella persona del Sindaco dott. A. Colombiano, affinché in qualità di Committente proceda, in tempi ragionevolmente rapidi, alla convocazione di un tavolo di confronto, unitamente all’azienda (Consorzio RES), al fine di analizzare congiuntamente le diverse problematiche che interessano tutti i lavoratori del cantiere per i servizi ambientali dell’ente municipale.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*