ATTUALITA', NAZIONALI

Papa Francesco aumenta l’autorevolezza delle donne nella chiesa

Suor Raffaella Petrini, Fse, segretario generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, suor Yvonne Reungoat, Fma, già superiora generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice, e Maria Lia Zervino , presidente dell’ Unione Mondiale delle Organizzazioni Femminili Cattoliche , sono le tre donne nominate da Papa Francesco coinvolte nel processo per eleggere i nuovi pastori diocesani. Le due encicliche dell’attuale vescovo di Roma “Laudato SI’ “ e “ Fratelli Tutti “ contengono profondi richiami al rispetto della dignità umana e della diversità. Le donne con le loro caratteristiche peculiari possono offrire un importante apporto alla ricerca e al dialogo comune, grazie alla loro capacità di aprirsi generosamente agli altri, di educare all’ascolto e al rispetto. La teologa musulmana , Shahrzad Houshmand Zadeh, docente di islamistica e membro della consulta femminile del Pontificio Consiglio per la cultura , ha definito l’enciclica “Fratelli Tutti “( n.271)la Magna Carta per la civiltà del nostro tempo, e in relazione alle donne nel corso di un convegno di studio internazionale, ha ribadito che tutte le donne del mondo devono rientrare nella scena sociale e politica, per aiutare gli uomini a costruire e trasformare la politica del potere in una politica  di  accoglienza.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*