ATTUALITA', CRONACA

INTERVENTI TARDIVI PER L’INCENDIO DEL MONTE MAGGIORE, DENUNCIA DEL SINDACO DI ROCCHETTA E CROCE ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA

Il sindaco di Rocchetta e Croce, piccolo paese dell’Alto Casertano minacciato – in questi giorni – da un vasto incendio sviluppatosi sul monte Maggiore, ha presentato denuncia ai carabinieri chiedendo alla magistratura di indagare su eventuali reati omissivi. In sostanza il primo cittadino, Salvatore Geremia, ha segnalato presunti ritardi nella gestione dell’emergenza che, con un immediato intervento di soffocamento delle fiamme, avrebbe potuto essere evitata. Il sindaco, costretto addirittura a disporre – due giorni fa – l’evacuazione del centro storico a causa dell’improvvisa propagazione dal rogo boschivo, vuole vederci chiaro e chiede che l’Autorita’ Giudiziaria disponga le necessarie indagini. Il dito sembrerebbe essere stato puntato dal sindaco nei confronti dei vigili del fuoco che, a causa di un’avaria, non avrebbero potuto raggiungere con immediatezza il versante montano travolto dalle fiamme. Interventi consistenti, finalizzati allo spegnimento, sarebbero stati eseguiti solo dopo qualche ora, anche con l’ausilio dei mezzi aerei.
   

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*