SPORT

La verità su Rino Gattuso. Cosa è successo all’ex allenatore di Fiorentina e Napoli?

Dopo la mancata qualificazione in Champions League con il Napoli nell’ultima partita di Serie A, Il presidente ADL decide di concludere i rapporti che c’erano tra la società e Rino Gattuso, inoltre dichiara che il lavoro svolto dall’allenatore era a dir poco insufficiente, non riuscendo a raggiungere nessuno degli obiettivi stagionali prescritti dallo stesso Aurelio De Laurentiis. Non era facile diventare il vice di un certo Carlo Ancelotti, ma quando è stato chiamato in causa ha subito dimostrato di essere capace di gestire una squadra, riuscendo a portare a casa il suo primo trofeo della carriera ossia la Coppa Italia (edizione 2020) vinta ai rigori contro la Juventus.

Un’inizio che poteva solo fruttare positività all’interno della società. 

Quella di Rino è stata senza alcun dubbio una stagione fallimentare causata anche dalla presenza di insulti e critiche alla sua persona oltre che riguardanti al suo lavoro.

Rino si è sentito abbandonato dalla società. Si è sentito solo. Poi, quando ha rimesso a posto la squadra, forse con qualche partita di ritardo, non ha avuto la diplomazia necessaria per riallacciare i fili del rapporto con il presidente De Laurentiis. Queste sono state delle difficoltà che non sono passate inosservate dai tifosi fino a quando non accadde la più grande delusione nell’ultima partita di campionato che non ha influito nel divorzio tra Rino e il Napoli. 

L’allenatore, richiesto da: Juve, Lazio e Fiorentina, decise di accordarsi con quest’ultima  Le parole dolci di Rocco Commisso avevano riportato a Gattuso quel calore che gli mancava a Napoli. Il neo allenatore della viola cercò di ottenere una rivincita ad alti livelli, così da accordarsi in segreto con il suo amico-manager Jorge Mendes, che a richiesta di Rino aveva il compito di trovargli giocatori capaci di competere e di far alzare il livello della rosa, ma ad un solo scopo, ossia di trovare futuri campioni a una cifra fissa senza dover contrattare, questo atteggiamento non piacque a Rocco Commisso che ritenne opportuno avere l’ultima parola sul Calciomercato della Fiorentina. Questo comportamento venne definito inaccettabile dal presidente che decise di esonerarlo.

Dopo questa breve e spiacevole esperienza, arrivò la chiamata da parte del Tottenham. Un grande salto di qualità professionale. Ma anche l’avventura inglese si è rivelata sfumata. Stavolta Rino non ha colpe. È stato condannato non dai social ma da una velenosa guerra scatenata all’interno del club londinese. 

PROSSIMO CT DELLA NAZIONALE?

Rino Gattuso ha rilasciato un intervista in cui dichiara che gli piacerebbe di rappresentare la Nazionale italiana di calcio e chissà se non ci sarà lui ai prossimi mondiali in Qatar.

Oggi Rino Gattuso dopo le recenti delusioni della sua carriera da allenatore si ritrova senza panchina aspettando quella chiamata che sicuramente arriverà.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*