POLITICA

INTERVISTA AL SINDACO DI SAN MARCELLINO, ANACLETO COLOMBIANO, PRONTO AD UN ULTERIORE MANDATO ELETTORALE

A poco meno di due mesi dal voto comunale che si terrà nei giorni 3 e 4 Ottobre 2021, in esclusiva per la testata giornalistica Urbanews, il sindaco di San Marcellino Anacleto Colombiano, tira le somme del suo mandato quinquennale. “Siamo andati oltre le più rosee aspettative, sia in termini di bilancio, che in termini di progettualità nel territorio di San Marcellino. All’inizio del mio mandato, ho ereditato una gestione comunale totalmente disastrata, soprattutto dal punto di vista erariale con un disavanzo di oltre 40Milioni di euro. Abbiamo puntato molto sulla viabilità comunale, asfaltando per intero o quasi tutte le strade, anche quelle alla periferia”. Entrando nel dettaglio, ha poi aggiunto: “Basti pensare che nel primo anno della mia gestione i libri scolastici per i bambini non venivano erogati dalle librerie, con la dicitura “non si accettano buoni scolastici del Comune di San Marcellino”, apportando un danno serio ai ragazzi che si apprestavano ad andare a scuola. Attualmente i ragazzi che iniziano l’anno scolastico trovano direttamente i libri sul banco di scuola, un traguardo fantastico, raggiunto anche grazie all’Assessore Luigi De Cristofaro”

Se tornasse indietro, cosa farebbe e cosa non farebbe per San Marcellino?

“Non ho rimpianti, rifarei tutto con la stessa enfasi e passione, ogni scelta è stata condivisa con la maggioranza e anche con alcuni consiglieri di minoranza che sono stati sempre di sprono verso quest’amministrazione”. 

Il sindaco Anacleto Colombiano ci sottolinea e fa sapere a tutti i suoi elettori che in caso rielezione lui proseguirà sulla stessa strada iniziata cinque anni fa, apportando a San Marcellino una maggiore ventata di cambiamento anche dal punto di vista socio economico. Il logo LiberaMente non verrà cambiato e resterà quello per sempre. Intanto – ha dichiarato il primo cittadino sto affilando le armi per calare in campo una squadra vincente, ci saranno dei piccoli cambiamenti, subentreranno nella nuova squadra delle donne con idee e progettualità brillanti, aumentando così anche le quote rosa. Realizzeremo a breve, in vari punti della città, delle Dog Aree, in modo da consegnare ai possessori di cani, luoghi dove far giocare e divertire gli amici a “4 zampe”.

Quali sono le strategie che metterà in campo il Comune per il rilancio Socio-Economico di San Marcellino?

Il primo cittadino risponde con dati alla mano. “La vivibilità di un Comune – ha rimarcato – è il primo segnale di rilancio, il secondo l’incremento delle attività commerciali, i parcheggi per permettere all’acquirente di trovare posto vicino alle attività commerciali, le infrastrutture, i servizi, insomma una serie di punti chiave che fanno di San Marcellino un comune che funziona e che risponde alle esigenze delle persone. Stiamo realizzando una piccola zona P.I.P., in modo da permettere l’insediamento di nuove realtà produttive e conseguentemente di abbassare la soglia di disoccupazione nell’area di San Marcellino”.

In che modo il Comune aiuta le famiglie a limite della povertà?

“È un problema molto sentito a San Marcellino, il Comune si è sempre adoperato per aiutare chi non poteva arrivare a fine mese, ma con l’avvento del Reddito di Cittadinanza, nonostante l’avviso pubblico del Comune per i 50 pacchi alimentari, nessuna delle famiglie in difficoltà è venuta a ritirare il pacco, vuoi per il RdC vuoi per “l’imbarazzo”. Attualmente abbiamo ripubblicato il bando aumentando a 250 pacchi da consegnare alle famiglie bisognose”.

Anacleto Colombiano ha sottolineato un aspetto che molti cittadini di San Marcellino non sanno, il costo a tonnellata della frazione “umida”. “Nel 2016 – ha evidenziato il primo cittadino – era di 90 euro a tonnellata, ad oggi siano a 270 euro a tonnellata, ma nonostante questo non è aumentata la TARI per i residenti ed è rimasta invariata. Anche per le attività produttive e commerciali, stiamo cercando delle soluzioni per “ovviare” il pagamento TARI, dovuto al “fermo attività” causa Covid.

Sul tema Pnrr, il Comune sta valutando i vari progetti per metterli in campo quanto prima, basti pensare – ha detto Anacleto Colombiano- alla transizione ecologia. Il Comune sta infatti provvedendo, in varie zone della città, a installare delle colonnine con stalli per la ricarica per le auto elettriche.

Quando si prevede la realizzazione della Pista Ciclabile?

“La pista ciclabile è al centro della nostra mission, ma non solo stiamo realizzando, con i sindaci dei comuni confinanti, e di realizzare un’unica grande pista ciclabile, che consenta agli amanti delle 2 ruote di pedalare in sicurezza senza correre il rischio di essere investiti dalle auto”.

Come edilizia scolastica, costa sta facendo il Comune?

“Venerdì si è insediata la Commissione di Gara, i quali hanno promesso che entro fine Agosto verranno aggiudicati i lavori. Il finanziamento è di grande importanza economica, 5 Milioni di euro, dove si prevede la demolizione e la ricostruzione del plesso di Corso Italia. Il Comune ha ridato la storia e la dignità alla struttura dell’Istituto delle Suore e degli Angeli, dove alcuni privati avevano messo “gli occhi sopra”, ma noi come amministrazione comunale non gli abbiamo dato la possibilità di accalappiarla. L’abbiamo comprata per 600Mila euro, più 300Mila euro per ristrutturarla e metterla operativa, realizzando una Biblioteca Comunale, oppure una sala polivalente per i consigli comunali. Attualmente è a disposizione dei cittadini di San Marcellino come HUB Vaccinale, ma non solo , l’abbiamo messa a disposizione anche agli altri comuni limitrofi come punto vaccinale”.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*