POLITICA

CAMPANIA, PEDICINI (M24A-ET), BENE COLDIRETTI SU CRISI LATTE BUFALINO, ORA AFFIANCHI ALLEVATORI SU TEMI VERI

“Bene Coldiretti su crisi della latte bufalino, ma tiene davvero tiene alla filiera bufalina campana ed in particolare a quella, letteralmente martoriata di Terra di Lavoro, lo dimostri coi fatti, si chieda se sia normale abbattere oltre centomila capi sani perché ‘sospetti’ di aver contratto la brucellosi o la Tbc bovis e se sia quindi altrettanto normale perseverare con le stesse identiche logiche politico-sanitarie e soprattutto con quelle medesime metodologie diagnostiche che in dieci anni hanno condannato a morte 230 aziende innocenti, legittimando peraltro i responsabili di una mattanza che i dati ufficiali, quelli pubblici perché finalmente resi dalle autorità sanitarie a quelle giudiziarie e amministrative, hanno definito nei fatti ingiustificata”. Lo afferma Piernicola Pedicini, europarlamentare del gruppo Verdi-Alleanza Libera Europea commentando l’appello della Coldiretti al Prefetto di Caserta perché intervenga sulla crisi del settore lattiero-caseario nel Casertano.“Nei giorni scorsi – ricorda l’esponente del movimento di Pino Aprile, il Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale – la Regione Campania ha fatto sapere di aver già trasmesso il documento integrativo al Piano di eradicazione della brucellosi e della Tbc bufalina (quest’ultima scomparsa da tempo dal dibattito-confronto con gli allevatori!) che su kit e procedure diagnostiche non sposta di una virgola il vecchio programma di eradicazione di quelle patologie. Che ne pensa Coldiretti? Cosa ne pensano i diversi soggetti in campo? Per quanto mi riguarda auspico che il governo fermi il nuovo piano, apra un’inchiesta, e commissari una Regione incapace o forse capace esclusivamente di curare interessi diversi da quelli degli allevatori”.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*