ATTUALITA', NAZIONALI

REPORT SETTIMANALE DELL’ISS: SCENDE L’RT MA SALE L’INCIDENZA DEL CONTAGIO.

GREEN PASS SCATTANO LE PRIME SANZIONI E IN VISTA DEL FERRAGOSTO SI INTENSIFICANO I CONTROLLI.

Il green pass continua a far discutere e mentre circa il 26% degli italiani continua a dirsi contraria (sondaggio Istituto Piepoli), sono arrivate anche le prime sanzioni, a Treviso ed a Milano, per soggetti che avevano utilizzato green pass di terze persone per accedere, rispettivamente, a una palestra e ad un centro scommesse. 

I Sindacati, sull’obbligatorietà del green pass, continuano a dare battaglia e dopo l’accordo sulle mense, resta da sciogliere il nodo scuola; i Sindacati della scuola sono intenzionati a non firmare il protocollo di sicurezza, a poco meno di un mese dal suono della campanella.

 Con i contagi che non accennano a frenare ed in vista del Ferragosto, saranno intensificati i controlli, soprattutto nelle zone della movida. A Roma è stato annunciato l’arrivo di mille agenti, per fronteggiare il pienone del weekend di ferragosto. 

Dal monitoraggio settimanale dell’ISS emerge un calo dell’RT, che passa dall’1.56 della scorsa settimana all’1.27 di questa, ma una risalita nell’incidenza del contagio, con ricoveri in aumento Le regioni a rischio moderato sono 18, per ora è scongiurato il passaggio in zona gialla di Sardegna e Sicilia. Anche nel mondo il contagio non arresta la sua corsa.  La pandemia ha ucciso almeno 4.314.196 persone in tutto il mondo dalla fine di dicembre 2019, su quasi 204 milioni di infezioni, secondo l’ultimo rapporto stabilito dall’AFP. Gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di morti. Proprio gli USA, nelle ultime ore, hanno dato il via libera alla terza dose del vaccino, per il momento riservata alle categorie fragili. Intanto Israele ha annunciato che estenderà la terza somministrazione anche agli over 50 che hanno ricevuto le prime due dosi. Anche l’Italia pare andare in questa direzione. Secondo il Comitato tecnico scientifico, la terza dose del vaccino potrebbe servire a dare un potenziamento della risposta immunitaria, soprattutto per le categorie più a rischio, cioè fragili ed anziani. 

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*