CRONACA

OPERAZIONE INTERFORZE CONTRO LO SVERSAMENTO ILLECITO DI RIFIUTI, COORDINAMENTO TRA LE PREFETTURE DI CASERTA E NAPOLI

Eccellente operazione nella giornata di ieri alla repressione e contrasto dell’abbandono illecito dei rifiuti industriali, agricoli e domestici. 

I Comuni di Napoli e Caserta sono stati al centro del mirino di un’operazione di controllo straordinario interforze contro lo smaltimento illecito e i roghi di rifiuti industriali, artigianali e commerciali.

Le Prefetture coordinatrici sono state quelle di Napoli e Caserta, che hanno mirato anche alle discariche abusive, ma soprattutto all’osservazione ed alla repressione del fenomeno, ormai decennale, della “Terra dei Fuochi”.

24 gli equipaggi entrati in azione per un totale di 54 unità interforze dispiegate nelle aree di maggior sversamento illecito dei rifiuti. Sono state controllate minuziosamente 10 attività imprenditoriali e commerciali, 2 delle quali sono state poste sotto sequestro, 30 persone identificate, 2 delle quali denunciate, 5 persone sanzionate, 17 veicoli controllati, 2 veicoli posti sotto sequestro, 3000 mq di aree e terreni sequestrati, 150 mc di rifiuti speciali pericolosi posti sotto sequestro, sotto sequestro anche un autolavaggio, nel comune di Caivano, per scarichi irregolari, elevati più di 21.616,00 euro di sanzioni.

Imponente la composizione delle pattuglie interforze, che comprendeva: Raggruppamento Campania dell’Esercito su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°), Polizia di Stato di Afragola (Na), Guardia di Finanza di Napoli (Na), Guardia di Finanza di Frattamaggiore (Na), Carabinieri Forestale di Napoli, Carabinieri di Casoria Arpino (Na), Polizia Metropolitana di Napoli (Na), Polizia Municipale di Marigliano (Na), Ispettorato centrale repressione frodi Italia Meridionale, Agenzia di sviluppo Area Nolana,  Polizia di Stato di Aversa (Ce), Polizia Provinciale di Caserta (Ce), Carabinieri di Aversa (Ce), Polizia Municipale di Aversa (Ce), Guardia di Finanza Territoriale di Aversa (Ce), Arpac di Caserta, ASL di Caserta.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*