CRONACA

MONDRAGONE. BOMBA D’ACQUA SUL LITORALE, PACIFICO PRONTO A CHIEDERE LO STATO DI EMERGENZA PER CALAMITÀ NATURALE

IL SINDACO: CHIEDEREMO IL RICONOSCIMENTO DEI DANNI IN FAVORE DI AGRICOLTORI ED ATTIVITÀ ECONOMICHE DOPO L’IMPRESSIONANTE MALTEMPO REGISTRATO NEL POMERIGGIO IN CITTÀ E SUL LITORALE.

Il Comune di Mondragone procederà già nelle prossime ore a formulare la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza per il territorio comunale duramente colpito dalle eccezionali ed abbondanti piogge registrate oggi pomeriggio, che hanno causato allagamenti e inondazioni in diversi punti del centro cittadino e delle periferie mondragonesi. Ad annunciarlo il sindaco Virgilio Pacifico alla luce degli ingenti danni patiti da agricoltori ed attività economiche operanti in città e sull’intero litorale domitio. Il primo cittadino ha verificato personalmente e di concerto con il nucleo locale della Protezione Civile i danneggiamenti procurati dalla impressionante bomba d’acqua abbattutasi sulla città. “Stiamo monitorando la situazione ora per ora ed abbiamo assistito ad una vera e propria calamità naturale che ci induce a richiedere a Regione e Governo centrale il riconoscimento dello stato di emergenza e la conseguente richiesta di stanziamenti straordinari per ristorare quanti hanno subito danni per la ingente quantità di acqua precipitata in loco, in primis agricoltori, operatori economici, senza contare i danni patiti dalla viabilità e dalle pubbliche infrastrutture, la cui stima è tuttora in corso ma che, purtroppo, posso già dire essere pesante”, dichiara Pacifico.

CONDIVIDI

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*