AMBIENTE, CRONACA

Castel Volturno, ennesima discarica a cielo aperto.

Focus sulla situazione ambientale nelle zone comprese tra Ischitella, Castel Volturno e Pescopagano.

I cittadini sono allo stremo. In ogni angolo di strada una montagna di rifiuti di ogni genere, dagli ingombranti al materiale di risulta fino all’amianto e perfino una mezza barca.

Gli “incivili” non temono neanche “l’occhio elettronico” delle telecamere installate dal Comune. Eppure l’abbandono dei rifiuti per strada è un illecito amministrativo, le multe sono salatissime che vanno da 300 a 3000 euro.

Insomma, uno schiaffo ad uno dei litorali più belli, sul quale è possibile fare il vero turismo. Potrebbe essere un volano di sviluppo ed imprenditoria, abbassando il tasso di disoccupazione nella regione Campania, una terra che negli anni scorsi è stata “calpestata” da chiunque.

Basti pensare che dal Garigliano fino ad Ischitella sono 30 Km di sabbia finissima color oro, davvero un dono della natura. Anche le tartarughe “Caretta Caretta” vengono a deporre le loro preziose uova sul litorale di Castel Volturno. Un motivo ci sarà.

Insomma, i cittadini, i comitati civici e gli osservatori civici, dicono BASTA!!!! E’ tempo di dare i giusto valore e voce a questo territorio. 

CONDIVIDI

One Comment

  1. Infatti siamo in attesa che schiudano 91 uova nel primo nido accertato di tartaruga Carretta..
    Torna la vita sul litorale Domizio,sia di buon auspicio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*