SPORT

Viaggio nella pallavolo partenopea

Continua il nostro viaggio nella pallavolo locale, soffermandoci in particolare su quelle società che hanno messo le basi per un progetto sano e ambizioso con varie opportunità per i più giovani. Abbiamo parlato e scritto già in passato della Asd calvizzano volley femminile che milita nel campionato nazionale di serie D. Ed è qui che si ripropone con la stessa voglia la società anche con la squadra maschile. Prendono il via ufficialmente in questo week end i campionati di 1^ Divisione Maschile e Femminile. La vincente della competizione accederà al prossimo campionato di serie D.  Al nastro di partenza nel girone denominato “verde” con rinnovate energie e voglia di far bene ci sarà anche la Calvizzano Volley traghettata da Coach Andrea PUZONE impegnata in trasferta contro la Vesuvio Phoenix Volley. Abbiamo chiesto al mister cosa si aspetta. “Innanzitutto ripartiamo (scherza n.d.r.), è un campionato un po’ particolare, non conosciamo le squadre di questo girone”, ha spiegato. “Per i ragazzi può essere un ostacolo in più da superare – ha aggiunto – ma anche un modo per accumulare esperienze. Nonostante sia una squadra giovane, dalle amichevoli fino ad ora disputate ho avuto l’impressione di un team con un buon potenziale. In questa prima fase quello che m’interessa di più, è trovare il giusto approccio dei ragazzi, quasi tutti si troveranno ad affrontare un doppio campionato (quello Under 19M n.d.r.) scelta voluta da me e appoggiata in pieno dalla Società proprio nell’ottica di crescita”. Gli obiettivi di questa stagione? “Lo scopo – ha concluso – è farli crescere puntando a un buon campionato non badando più di tanto al risultato ma focalizzandoci sulla prestazione, quest’ultima incentrata sulla tecnica e sulla tattica. Con la Società ci siamo prefissati degli obiettivi ambiziosi a medio e lungo termine (progetto Modena Volley del quale abbiamo già approfondito la notizia nelle scorse edizioni). Ringrazio il Presidente Frascogna per la fiducia concessami, insieme crediamo nel futuro e nei giovani e questo significa per noi credere che, attraverso un processo formativo, sia possibile portare avanti un modello sostenibile di sport, in cui i giovani atleti vengano accompagnati sinergicamente nella loro crescita personale e sportiva; il nostro obiettivo è la crescita delle persone prima che dei pallavolisti”.

CONDIVIDI

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*